Il mondo solidale

13/11/2007
Un cielo di aquiloni, un mondo di speranza
Il 20 novembre l’ONU celebrerà la Giornata Mondiale dell’Infanzia. Quel giorno, Kitekang – un’associazione umanitaria no-profit particolarmente attiva in Africa – punta a lanciare nel cielo del Darfur 4.000 aquiloni come simbolo di speranza per i bambini colpiti dalla guerra e dalla povertà. Un’iniziativa alla quale vogliamo (virtualmente) partecipare anche noi di Smemoranda con i nostri aquiloni personalizzati da stampare, ritagliare e far volare!

di La Redazione

Per quanto assurdo possa sembrare, ci sono bambini, nel mondo, che non guardano mai il cielo. Perché, per loro, il cielo non è l’immensa distesa celeste dove splende il sole e dove si rincorrono le nuvole e i sogni: è il luogo da cui piovono le bombe che distruggono per sempre i loro genitori, i loro giochi e i loro diritti. Sono i bambini del Darfur e di molti paesi dell’Africa tormentati dalle guerre (intestine ma non solo), che crescono – ammesso che venga loro concesso di farlo – nella povertà della violenza e nella violenza della povertà tra l’indifferenza di chi, come spesso succede in questi casi, «potrebbe intervenire ma fa finta di niente».

E per far tornare ai bambini del Darfur la voglia e il piacere di guardare il cielo con un sorriso, l’associazione onlus Kitekang ha ideato, in occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia il prossimo 20 novembre, un lancio collettivo di aquiloni – l’obiettivo è raggiungere le 4mila unità – come gesto simbolico e benaugurante di speranza e di libertà. Scopo dell’associazione, nello specifico, è quello di sostenere la nascita di piccole produzioni artigianali di aquiloni che poi, grazie al commercio online, abbiano la possibilità di sviluppare un guadagno interno favorendo l’occupazione e la microeconomia locale.
In parte, Kitekang (fondata dallo statunitense 35enne Patrick McGrann) ha già raggiunto qualche confortante risultato. Come scrive Massimo Gaggi sul Corriere della Sera di giovedì 8 novembre, «In poco più di un anno l’impresa ha messo in piedi piccoli punti di produzione di aquiloni e di altri giocattoli di legno in vari Paesi africani e in Birmania», aquiloni e giocattoli che poi vengono dati soprattutto ad enti ed organizzazioni di beneficenza come orfanotrofi, asili e così via…

FAI VOLARE GLI AQUILONI DI SMEMORANDA!

Anche Smemoranda, da sempre vicina alle associazioni umanitarie in difesa dei diritti dei bambini, vuole contribuire a rendere più colorato il cielo della speranza nel mondo con i suoi aquiloni.
Come? E’ molto semplice!
Clicca qui per scaricare il file con 2 diversi aquiloni di Smemoranda in formato .pdf, stampali, segui le istruzioni per montarli e il 20 novembre corri in un parco e falli volare in cielo, oppure legali al tuo balcone o al tuo davanzale in modo che rimangano sospesi per aria: esprimerai così la tua adesione al progetto di Kitekang e alla Giornata Mondiale dell’Infanzia, e testimonierai la tua sensibilità verso i problemi che, da troppo tempo ormai, affliggono i bambini in Darfur e nel resto dell’Africa.

Per informazioni e dettagli sull’associazione Kitegang: kitegang.org

Si ringrazia Zetalab per la collaborazione
Credits: Massimo Gaggi, Corriere della Sera di giovedì 8 novembre 2007, pag.37

Annunci

13 thoughts on “Il mondo solidale

  1. ciao tata, mi manchi tanto… ma qui ogni giorno ce n’è una. Non vedo l’ora che passi il 20 così forse riuscirò a gestirmi meglio e ci vedremo!

  2. GIO..DOLCE GIO…COME STAI??COME VA???un milione di bacini magici alla camomilla..così dormi bene..senza svegliarti…^_______^

  3. Kiara davvero??? che bello!!! *___________* Grazy… *__________* sto presa da mille cose… uffy liberatemiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!ti penso anche io….tanto tantissimo… almeno il pensiero libero mi è rimasto e anche la libertà di pensiero!!! _____ Cugynema ciao!!! *_________* Fatina: mi serve davvero la camomilla!!!sto prendendo troppo the forse… mmm… baci e grazie grazie grazie!!!

  4. Guezzo:… mi fate sapere le date in cui ci sei tu e anche la mostra a Roma….??? così… prendo 2 piccioni con 1 fava!!! ghghgh ora c’è da capire chi sono i piccioni e chi la fava!!! hihihi baciottoli sti ca**i di corsi!!!

  5. certo che te lo faccio sapere. ti mando un invito ufficiale, con carta intestata e caratteri d’oro.. tsk! ma tu penza! ‘nz. ghghghgh

  6. Ciao angioletto GIö!! Ci siamo persi un po’ di “vista”, sigh, cioè… io mi son perso, poi mi sono ritrovato e poi… vabbè, sono qui, e non poteva mancare un abbraccio stritoloso al mio angioletto bello!! Bacini tanti…

  7. busciard ammè? uè uè, capuozz’e’ totanuzzo?!?!?!? ah ah.. trovato: ti pucio a testa in giù nella fontanuzza di trevi.. ghghgh ciao minestrina.. buon fine settimana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...