lascio…

come vuoi …

devo scegliere… io…

perchè ora scelgo di stare sola…

perchè devo pensare a me…

mettere le mani sulla pancia e sentirmi…

come in un rito…

che sà d’Amore puro…

perchè… io son così…

ora…

e lo sarò ancora…

sempre…

se qualcosa non mi torna…

non riesco a farmela andare bene…

io scavo scavo scavo…

a piccole dita…

unghie sporche di terra…

come saranno domani le mie…

pianterò…

piangerò…

lacrime di pioggia…

perchè… se sto così…

è perchè non mi aiuti a capire…

a capirti…

e devo …

mentre ci son troppi libri sul comodino… che

non riesco a leggere…

e conosco Chiara…

che mi dedica il foglio delle prenotazioni

per il prossimo treno…

perchè il libro…

è sul mio comodino morbido…

ne ho letto la prima pagina…

e poi ho mollato…

perchè…

‘ci sto troppo dentro’…

e mi dice che son bella…

‘quanto sei bella Giovanna’…

mentre ancora i miei occhi mi tradiscono mentre parlo…

(ultimamente spesso è così…

troppo spesso…

soprattutto con i miei bambini…)

un coplimento…

che detto da una donna…

è meglio…

perchè noi donne comprendiamo di più…

quando siamo donne don la D maiuscola…

è quando nelle scelte non riusciamo ad essere alleate…

che tradiamo noi stesse…

le donne che ‘rubano’ a donne…

son poco donne …

molto poco donne…

per niente donne…

E Haruki… aspetta…

e io aspetto il suo autografo…

ancora …

su un libro messo comodo sul mio comodino morbido…

e lascio scorrere…

lascio andare…

perchè passerà acqua….

ma tu sei già sulla mia strada…

e non voglio farmi confondere…

e quando saremo di fronte…

capiremo senza parole…

io allora non ne avrò bisogno…

e stanca di scavare…

riposerò sul tuo cuore…

ascoltando la vita…

perchè ancora sogno…

qualcuno che non conosco… a distanza di 1 anno e mesi…

la posta che non mi arriva…

delle scale da salire…

un pò pericolose…

a tratti di legno…

e io…

con la Frà…

salgo…

saliamo…

chiedo a una vecchina e lei mi dice di entrare in una casa…

in quella casa…

ci sei tu…

ancora tu…

che non conosco…

ancora tu che non ho visto …

nè incontrato…

se non nel sogno della cucina verde…

che mi dici che la casa l’ho trovata…

perchè cerco?

non cerco casa…

infatti…

cerco la posta…

la mia posta che continua a non arrivare…

e estasiata ti chiedo…

di poter fotografare i muri della casa…

perchè hanno tutti enormi disegni a matita…

come disegno io…

mentre tu prepari il thè…

e io…

ti dico che sì resto…

resto a bere il thè…

con te e la signora che acquista quella casa magnifica…

mentre io cerco di capire da quale stanza proviene il disegno riflesso sullo specchio…

di una mamma che sorride al suo bambino…

mentre lo alza al cielo…

mi sveglio…

ripenso ai film visti in questi giorni insieme…

 

 

 

  

 

   

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...